Europei in Val Ridanna: le staffette premiano la Norvegia e l'Ucraina 

Pdruchnyi Pryma Varvynets Zhurakov OECH Biathlon Ridnaun 28 01 2018 250

Ridanna, 28 gennaio 2018 - A Ridanna il programma delle gare degli Europei di biathlon si è concluso domenica con le prove delle staffetta. Nella staffetta mista singola la medaglia d'oro è andata al collo della coppia norvegese, mentre la staffetta mista tradizionale è stata vinta dal quartetto ucraino. Poche gioie invece per gli azzurri.   

  

Il nuovo campione europeo nella staffetta mista singola è la Norvegia. I norvegesi si sono aggiudicati una gara emozionante, approfittando anche dagli errori dalla concorrenza al settimo e ottavo poligono. Thekla Brun-Lie e Vetle Sjaastad Christiansen, sin dall'inizio nella scia dei migliori, si sono portati a condurre dopo la penultima sessione di tiro, con Christiansen capace di superare il francese Emilien Jacquelin. Il venticinquenne norvegese, poi, ha mantenuto il suo vantaggio sino al termine, tagliando il traguardo con il tempo vincente di 35.39,5 minuti. 

 

Un duello emozionante lo si è dimostrato anche per la conquista della medaglia d'argento, alla fine ottenuta dalla Francia. I francesi, primi per gran parte della competizione, si sono assicurati il secondo posto grazie allo sprint finale di Emilien Jacquelin, che, con il suo attacco sugli ultimi metri del tracciato è riuscito a scavalcare lo statunitense Lowell Bailey. 

 

Fuori dai primi dieci invece l'Italia, che ha messo in pista i due piemontesi Ginevra Rocchia e Rudy Zini. Gli azzurri hanno fatto fatica sia al poligono che sugli sci, chiudendo la prova con un giro di penalità e undici ricariche al 14esimo posto. Al traguardo il duo italiano ha accusato un ritardo di 2.36,4 minuti sulla coppia norvegese. 

 

 

L'Ucraina trionfa nella staffetta mista

 

La staffetta mista tradizionale, ultima gara in programma agli Europei 2018 di Val Ridanna, è terminata con un successo dell'Ucraina. La formazione composta da Yuliia Zhuravok, Iryna Varvynets, Artem Pryma, Dmytro Pidruchnyi, capace di veleggiare da subito nei quartieri alti della classifica, si è portata in vetta dopo la sesta sessione di tiri e ha poi difeso il primo posto con una gara quasi perfetta dall'ultima frazionista, Dmytro Pidruchnyi, concludendo la gara in 1.11,40 ore.  

 

Al secondo posto si è classificata la Russia. La staffetta russa era in piena lotta per la medaglia d'oro fino all'ultima serie di tiri, ma Alexander Loginov nell'ultima sessione di sparo in piedi ha commesso troppi errori, perdendo così la lotta per il primo posto. Il podio, infine, è stato completato dalla Norvegia che ha staccato la Francia di poco più di sei secondi.

 

 

La staffetta italiana crolla a metà gara

 

La formazione azzurra ha tenuto il ritmo dei migliori per metà gara, grazie a due prestazioni maiuscole da Alexia Runggaldier e Karin Oberhofer. Le due altoatesine hanno colpito tutti i venti bersagli, andando al terzo cambio in terza posizione. Con il proseguo della competizione, però, Saverio Zino e Pietro Dutto hanno perso contatto con le staffette al vertice, facendo chiudere l'Italia all'undicesimo posto.  

 

 

Risultati staffetta mista singola:

 

1. Norvegia 35.39,6 minuti / 0+6 ricariche

Thekla Brun-Lie & Vetle Sjaastad Christiansen

2. Francia +8,6 / 0+11

Julia Simon & Emilien Jacquelin

3. USA +9,1 / 0+10

Susan Dunklee & Lowell Bailey

4. Estonia +24,1 / 0+8

Regina Oja & Rene Zahkna

5. Russia +27,5 / 0+9

Kristina Reztsova & Alexey Volkov

 

14. Italia +2.36,4 / 1+11

Ginevra Rocchia & Rudy Zini

 

 

Risultati staffetta mista tradizionale:

 

1. Ucraina 1:11.40 ore / 0+6 ricariche

Yuliia Zhuravok, Iryna Varvynets, Artem Pryma, Dmytro Pidruchnyi

2. Russia +11,7 / 0+9

Victoria Slivko, Anastasia Zagoruiko, Evgeniy Garanichev, Alexander Loginov

3. Norvegia +33,2 / 0+4

Emilie Aagheim Kalkenber, Kaia Woeien Nicolaisen, Haavard Gutuboe Bogetveit, Fredrik Gjesbakk

4. Francia +39,6 / 0+11

Enora Latuilliere, Chloé Chevalier, Fabien Claude, Simon Fourcade

5. Repubblica Ceca +1.19,2 / 0+9

Veronika Zvaricova, Daniela Kadeva, Matej Krupcik, Tomas Krupcik

 

11. Italia +2.46,0 / 1+8

Alexia Runggaldier, Karin Oberhofer, Saverio Zini, Pietro Dutto

 

Le voci dei protagonisti della staffetta mista singola:

Thekla Brun-Lie & Vetle Sjaastad Christiansen (Norvegia, oro): Come era già accaduto agli ultimi Europei, nelle gare individuali non siamo riusciti a vincere una medaglie. Adesso è finalmente arrivata ed è addirittura quella d'oro. La gara è sicuramente stata decisa al poligono. Abbiamo approfittato sicuramente dagli sbagli dei francesi, altrimenti sarebbero stati loro ad imporsi.  

 

Julia Simon & Emilien Jacquelin (Francia, argento): Siamo partiti molto concentrati e motivati. Qui a Ridanna finora abbiamo fatto benissimo al poligono, ma oggi purtroppo non ci siamo riusciti. La staffetta single mix ci piace tantissimo. È un bel format e ci completiamo benissimo. 

 

Lowell Bailey & Susan Dunklee (USA, bronzo): Entrambi abbiamo fatto fatica di trovare la forma giusta all'inizio di questa stagione. Per questo motivo abbiamo deciso di venire in Val Ridanna, per avvicinarci al top in vista dei prossimi impegni. 

 

 

Le voci dei protagonisti della staffetta mista tradizionale:

 

Zhuravok, Varvynets, Pryma & Pidruchnyi (Ucraina, oro): Abbiamo fatto fatica all'inizio, perchè dovevamo adeguarci alle condizioni. Ma siamo riusciti a crescere nel corso della gara e abbiamo recuperato tantissime posizioni. La vittoria è merito di tutto la squadra ed è ovviamente dovuta anche alla nostra buona performance al poligono.

 

Victoria Slivko & Evgeniy Garanichev (Russia, argento): Dopo questa settimana molto intensa si è fatta sentire la stanchezza. Ma abbiamo comunque cercato di dare il meglio di noi e siamo contenti del secondo posto, anche se non è bastato per portare a casa la vittoria.

 

Emilie Aagheim Kalkenberg & Haavard Gutuboe Bogetveit (Norvegia, bronzo): Visto che fino ad oggi nelle gare individuali eravamo rimasti senza medaglia, siamo stati costretti a dare il meglio per non tornare a casa a mani vuote. In entrambi le staffette miste siamo riusciti a salire sul podio, che ci rende felicissimi. Insieme ai nostri coach abbiamo analizzato il nostro tiro e questo lavoro ha pagato.

ASV Ridanna • I-39040 Ridanna (Alto Adige) • Tel: +39 349 0062066 • Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. • P.IVA: 01417330212 • Editorial Privacy © geiger-webdesign.com

Utilizziamo i cookie per assicurarVi una migliore esperienza sul nostro sito. Utilizziamo inoltre anche cookie di parti terze per inviarVi messaggi promozionali personalizzati. Se prosegue nella navigazione di questo sito acconsente automaticamente all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione clicca qui.